568 d.C. LUNEDI DELL’ANGELO…ARRIVANO I LONGOBARDI. LUNEDI 5 APRILE 2021 – ORE 17.30


Programma_evento_Arrivano i Longobardi-1

Programma_evento_Arrivano i Longobardi-1

Leggi e scarica programma evento

568 d.C. – Lunedì dell’Angelo…ARRIVANO I LONGOBARDI

Evento in videoconferenza “CAPUA LONGOBARDA”

LUNEDÌ  5 APRILE  2021 ORE 17.30

 

Link di collegamento su piattaforma ZOOM

https://us02web.zoom.us/j/4255794353?pwd=U2M1QTNhQjlISzZPMWJYRHY0K2ZXUT09

 Id: 425 579 4353

Passcode: 8bgy9p

 Coordina

Pompeo Pelagalli – storico, socio attivo del Touring

Indirizzi di saluto 

  • Raffaele Ruberto – Prefetto di Caserta
  • Luca Branco – Sindaco di Capua
  • Felice Pastore – Coordinatore pro-tempore ATS “Principati e Terre dei Longobardi del Sud
  • Felice Casucci – Assessore al Turismo Regione Campania
  • Rossella Del Prete – Presidente Italia Langobardorum – Assessore alla Cultura Comune di Benevento
  • Antonia Willburger – Assessore alla Cultura Comune di Salerno
  • Mario Pagano – Soprintendente ABAP Caserta e Benevento
  • Domenico Caiazza – Presidente del Centro Studi sul Medioevo Terra di Lavoro
  • Giovanni Pandolfo – Consigliere del Touring Club Italiano e Console Regionale per La Campania
  • Alessandro Pasca di Magliano – Componente del Comitato Scientifico del Corpo Consolare del Touring della Campania
  • Pasquale Iorio – Presidente Associazione “Piazze del Sapere”

Interventi

  • Pompeo Pelagalli introduce “il Principato Longobardo di Capua “con il filmato “Capua Longobarda”
  • Gianni Solino – Direttore del Museo Provinciale Campano
  • Luigi Fusco e Daniela De Rosa “Aspetti specifici rilevanti le emergenze storico – monumentali di Sant’Angelo in Audoaldis, San Marcello Maggiore, San Michele a Corte e Sant’Angelo in Formis e relativo culto dell’Arcangelo Michele dei Longobardi nel territorio capuano”
  • Carmen Autieri “Azione giudiziaria nel Principato Capuano”
  • Annamaria Troili “Il Placito Capuano e la realizzazione di un monumento con l’intesa stabilita dal Prof. Sabatini e con l’Accademia della Crusca
  • Loredana Affinito “Sviluppi e novità di prodotti enogastronomici tradizionali”

 

NOTA STORICA

La manifestazione, ideata e promossa dall’ATS (Associazione Temporanea di Scopo) ‘Principati e Terre dei Longobardi del Sud’, è giunta al 4° anno dopo gli eventi di presenza del 2018 – 2019 a Salerno e Olevano sul Tusciano (SA), e l’anno scorso, 2020, in video streaming causa pandemia Covid.

L’evento si avvale della collaborazione dei Comuni di Benevento, Salerno e Capua, uniti in ATS in quanto Capitali di Principato longobardo, insieme ad altri comuni minori di identità longobarda che rappresentano le terre circondariali (Gastaldati e Gasindi) delle tre Capitali, con il Patrocinio del Sito seriale UNESCO ‘L’Italia dei Longobardi (568-774). I Centri del potere e l’associazione Longobardia, promotrice del programma permanente del Consiglio d’Europa ‘Longobard Ways across Europe (Le Vie Longobarde d’Europa).

Quest’anno, 2021, l’evento è stato affidato ed organizzato dal Touring Club Italiano – Club di territorio Terra di Lavoro. Nello specifico, l’evento capuano intende risaltare il pregio e l’importanza del Principato Longobardo di Capua, che ha dato una impronta indelebile anche per le sovranità successive elevando Capua a Capitale di Terra di Lavoro e, soprattutto, indicando, fin dall’inizio, una lezione, un esempio valido anche oggi.

I Longobardi nel 594 arrivarono in Capua antica (oggi Santa Maria Capua Vetere) e trovarono una città distrutta e con una popolazione ridotta e provata dalle pestilenze e dalle distruzioni precedenti dei Vandali, dei Visigoti e altri barbari e subito posero mano alla ricostruzione.

Nell’841 furono attaccati dai Saraceni e videro la città distrutta completamente. Si rifugiarono in Sicopoli (attuale Triflisco, oggi frazione di Bellona) e qui ci fu l’incendio doloso che distrusse tutto.

Alla fine, nell’856 si portarono con il Conte Landone e tutta la popolazione nell’abbandonata e inospitale “Casilinum” e qui dovettero sobbarcarsi a un lavoro tenace e faticoso per bonificare questo sito reso umido e diruto dalle frequenti esondazioni del Volturno, ma ci riuscirono e fondarono la Capua “Nova” che ancora oggi costituisce l’area fondamentale di Capua.

Inoltre l’evento intende anche mettere in risalto ciò che resta dei Longobardi a cominciare dalle Chiese a Corte e gran parte dei monumenti più significativi di quel periodo. Si farà riferimento anche alle emergenze enogastronomiche indicando la mozzarella che è stata “inventata” in un Monastero benedettino, il San Lorenzo di Capua, protetto dalla Principessa Aloara e affidata all’Abate Aleardo, poi santificato, mentre il consorte Pandolfo Capodiferro aveva portato le bufale in area Volturno dopo avere scacciato i Saraceni che le allevavano in foce Garigliano.

Programma_evento_Arrivano i Longobardi

Condividi :
Related Posts